"Una fotografia è un'interruzione nel nostro flusso del tempo"

documentato da Joel Meyerowitz

 
 

Il fotografo Joel Meyerowitz scatta la collezione Autunno/Inverno 2021 durante un road trip in Toscana.

 

“Una fotografia è un’interruzione del nostro flusso del tempo…siamo scossi dal nostro stato di sogno per un breve momento di coscienza, dove vediamo improvvisamente con la chiarezza di un neonato che è dotato di un occhio antico”

Questa è una delle definizioni di Joel Meyerowitz del suo mezzo. Un accenno di ciò che vediamo nelle immagini che ha realizzato per la nuova campagna di Jil Sander, seguendo l'invito di Lucie e Luke Meier a scattare la loro collezione invernale.

Meyerowitz disegna geometrie e scolpisce volumi con luce e colore. Una caratteristica che ha reso la sua fotografia iconica, stravagante e nuova, dalla New York degli anni '60. Qui gioca con la moda, l'astrazione, gli accenti cromatici lirici e i corpi, sfumando i confini tra soggettività e oggettività. Le sue immagini sembrano suggerire che siamo interconnessi, interdipendenti, non solo tra esseri umani, ma con lo spazio, la natura e le nostre ombre.

I riferimenti ai dipinti del Rinascimento in Toscana, dove vive Meyerowitz e dove le immagini sono state scattate, sono evidenti. La Toscana è anche il luogo in cui vissero Lucie e Luke Meier quando si incontrarono per la prima volta e dove alcuni dei pezzi più raffinati delle loro collezioni sono realizzati a mano da artigiani locali.

“È stato un privilegio collaborare e condividere idee con una leggenda della fotografia e un pensatore come Joel. È un vero innovatore che ha introdotto quasi da solo il colore nella fotografia d'arte. La sua sensibilità, il senso dell'umorismo e l'istinto per la composizione trasformano la realtà in arte”, affermano Lucie e Luke Meier.

Questa campagna è una nuova puntata in un progetto collaborativo in corso per Jil Sander che Lucie e Luke hanno avviato e che sarà pubblicato in un libro.